lunedì 28 maggio 2012

La poesia araba di Nizar Qabbani

 Poesie d'amore





O Signore, il mio cuore non mi basta più,
quella che io amo e' grande quanto il mondo:
mettimene nel petto un altro
che sia grande quanto il mondo. 
                   ...............                    
Continui a chiedermi la data della mia nascita
prendi nota dunque
cio' che tu non sai,
la data del tuo amore:
quella e' per me la data della mia nascita.
                   ...............
Io non ho detto loro di te
ma essi videro che ti lavavi nelle mie pupille
io non ho parlato loro di te
ma essi ti hanno letto nel mio inchiostro e nei miei fogli
L'amore ha un profumo
non possono non profumare i campi di pesco.
                  ...............
La cosa piu' bella del nostro amore e' che esso
non ha razionalita' ne' logica
La cosa piu' bella del nostro amore e' che esso
cammina sull'acqua e non affonda.

illustrazione: http://www.farid-benyaa.com/

Condividi l' articolo su Facebook

lunedì 7 maggio 2012

Eid al-Umm : la festa della mamma


Le origini della “festa della mamma” risalgono a 7000 anni fa, a quando gli egiziani esprimevano la loro gratitudine al valore della madre e all’ amore materno. La celebrazione di questa festa fu però poi interrotta per un lunghissimo tempo, fino a che fu ufficialmente ripristinata da due fratelli egiziani, Mustafa  e Ali Amin,  fondatori del quotidiano Akhbar Al-Youm.
Ali Amin  aveva ricevuto la lettera di una madre che si  lamentava per il cattivo comportamento dei suoi figli e la sofferenza che le procurava la loro ingratitudine. Un'altra madre invece, si era recata nell’ufficio di Mustafa Amin e gli aveva raccontato la sua storia; rimasta vedova quando i suoi figli erano piccoli, non si era mai risposata. Aveva dedicato a loro tutta la sua vita rivestendo il ruolo di padre e madre, aveva impegnato tutte le sue energie per garantire ai figli  il benessere fino alla loro partenza per l'università e il loro matrimonio. Ognuno di loro viveva ora una vita indipendente, ricordandosi di lei solo in rare occasioni. A Mustafa e Ali Amin venne allora l’dea di dedicare una giornata alle mamme e chiesero ai lettori del loro giornale un parere, pubblicando un articolo nella famosa colonna "Fikrah" (idea) dove sottolineavano  il fatto  che l'Occidente già celebrava questa festa e che l'Islam imponeva di prendersi cura delle madri. L’idea ebbe un notevole successo, alcuni suggerirono di prolungare i festeggiamenti per una settimana, altri fecero notare che la celebrazione delle madri sarebbe dovuta avvenire ogni giorno dell’anno, ma poi si stabilì che la festa fosse il 21 marzo coincidendo con il primo giorno di primavera. Così l’ Egitto celebrò la sua prima “festa della mamma” ( Eid al – Umm)  il 21 marzo 1956 e gli altri paesi arabi lo seguirono.
In Iran la festa della mamma coincide con il compleanno di Fatima, la figlia più giovane del Profeta Maometto. Si dice che dai figli di Fatima prese il via la corrente islamica sciita, la religione ufficiale dell'Iran. Fatima ha sempre rappresentato un modello femminile da seguire; all'inizio essa conteneva i valori di disprezzo e di protesta contro l'ingiustizia, dopo la rivoluzione del '79 Fatima rappresentò gli ideali di castità e di sottomissione.

Condividi l' articolo su Facebook
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...