sabato 30 maggio 2009

Proverbio egiziano

                               
                                   Un cammello non prende in giro 
                                             un altro cammello per le sue gobbe




Condividi l' articolo su Facebook

sabato 9 maggio 2009

La poesia iraniana di : Iraj Mirza


                                      Dicono che, quando nacqui, mia madre
                                      Mi insegnò teneramente ad attaccarmi al seno,
                                      E ogni notte seduta accanto alla culla
                                      Vegliando mi insegnò a dormire.
                                      Sorridendo mi sfiorò la bocca con la sua,
                                      E mi insegnò ad aprire questo bocciolo.
                                      Mi prese per mano e mi fece posare un piede davanti all'altro,
                                      Finchè non mi insegnò a camminare.
                                      Prima un suono, poi l'altro, mi mise le parole in bocca,
                                      Insegnandomi a parlare.
                                      Perciò la mia vita è parte della sua
                                      Finchè vivrò, ella mi sarà cara e preziosa.

Condividi l' articolo su Facebook
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...