domenica 27 aprile 2008

Il cammello e la formica




Una volta  un cammello, mentre attraversava la steppa, vide ai suoi piedi nell'erba, una minuscola formica.

La piccolina trasportava un grosso fuscello, dieci volte più grosso di lei. Il cammello restò un bel pezzo a guardare come la formica si dava da fare, poi disse:

- Più ti guardo e più ti ammiro. Tu porti sulle spalle, come se niente fosse, un carico dieci volte più grosso di te. lo invece non porto che un sacco, e le ginocchia mi si piegano. Come mai?

- Come mai? - rispose la formica, fermandosi un momento. - Ma è semplice: io lavoro per me stessa,mentre tu lavori per un padrone.

Si rimise il fuscello sulle spalle e riprese il suo cammino.

www.lefiabe.com

Condividi l' articolo su Facebook

martedì 8 aprile 2008

Proverbio arabo

Colui che non sa, e non sa di non sapere, è uno sciocco: evitalo.

Colui che non sa, e sa di non sapere, è un ignorante: istruiscilo.

Colui che sa, e non sa di sapere, è addormentato: sveglialo.

Colui che sa, e sa di sapere, è un saggio: seguilo.



Condividi l' articolo su Facebook
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...